Parco Lura

Parco Lura

Parco Lura

space

space


space


I CENTRI VISITA DEL PARCO


  Il Parco del Lura è da sempre impegnato in un costante lavoro di miglioramento e riqualificazione della rete ecologica in cui è inserita l'area protetta. Per arricchire e utilizzare al meglio le sue risorse sono stati realizzati dei Centri Visita permanenti per la valorizzazione dei vari ambienti, insieme a tante altre iniziative dedicate alla fruizione attiva del territorio.
  Queste strutture hanno come principale finalità quella di fornire utili informazioni di un’area che, malgrado la forte urbanizzazione, possiede tuttora significative peculiarità naturali. Il territorio è rappresentato attraverso diorami e vasche, che ripropongono fedelmente gli habitat del territorio e la natura dell'area protetta. Ogni struttura ospita un Centro specializzato nell’interpretazione degli ecosistemi naturali, rispettivamente il Centro visite del Rosorè focalizzato sull’interpretazione degli ecosistemi acquatici e il Centro visite del Roccolo per l’interpretazione degli ecosistemi forestali.
  All’interno di un progetto dedicato alla biodiversità del Parco e alla conservazione attiva degli habitat, è in fase di progettazione un percorso naturalistico che tocca i Centri visita del Consorzio.
Poichè tali strutture sono facilmente raggiungibili attraverso la pista ciclabile, diventano punti di riferimento importanti per le scolaresche e per i regolari visitatori del parco, che nel fine settimana potranno trovare dei punti di sosta aperti (grazie alla collaborazione di GEV), dove comprendere in modo approfondito la complessità degli ambienti naturali e le modalità in cui il parco opera nei confronti della tutela della biodiversità.
 

 I Centri visita già attivi  sono i seguenti:


•>> Sede operativa del Consorzio a Caslino al Piano (Infopoint)

space

•>> Centro interpretativo degli ecosistemi boschivi

•>> Centro interpretativo degli ecosistemi boschivi

presso il Roccolo di Cermenate

Il Centro di interpretazione degli ecosistemi forestali è un luogo dedicato alla comprensione
degli equilibri ecologici dell’ambiente bosco. Tale centro trova collocazione all’interno di una
struttura recuperata dal Consorzio Parco del Lura, una tipica architettura venatoria interna al
parco: il "roccolo". Questa tipologia architettonica sorgeva in zone boschive per la pratica
dell'uccellagione, arte del catturare gli uccelli e settore dell'attività venatoria, non esercitata con
armi, ma con impianti di più complessa struttura. L'impianto fondamentale del roccolo
consisteva in una collana di alberi in doppio filare che si posizionano, con forma a ferro di
cavallo (tondo), verso valle. Il "casello", una costruzione, a forma di torretta, spesso avvolta da
erbe rampicanti o alberi addossati con lo scopo di mascherare la struttura operativa, veniva
edificato dove era possibile avere una vasta visuale e dominare il tondo.
Oltre al valore storico architettonico della struttura in sé e agli importanti apprendimenti ed
osservazioni possibili nel contesto naturalistico dell’area, il Centro Interpretativo degli
ecosistemi forestali è una potenziale grande attrattiva per gli escursionisti, i gruppi e le
scolaresche e presenta ricostruzioni di ambienti naturali nelle differenti stagioni (diorami) con
caratteristiche suggestive e particolari della fauna selvatica specifica del territorio che possono
arricchire una passeggiata nel Parco di una esperienza degna di ricordo.
Il Centro, oltre alle visite con scolaresche, è visitabile su richiesta con escursioni tematiche.

space

• >>Centro interpretativo degli ecosistemi acquatici

• >>Centro interpretativo degli ecosistemi acquatici

presso il laghetto Rosorè a Bregnano

Il Centro Interpretativo degli Habitat Acquatici è uno spazio deputato alla conservazione e allo
studio degli ambienti e delle forme di vita acquatiche, siano essi pesci, invertebrati o piante.
Esso è sostanzialmente analogo ad un centro multifunzionale dove vengono accostati gli
aspetti della ricerca naturalistica, gli aspetti educativi e di valorizzazione delle specie e del
territorio in cui si inserisce il Parco del Lura. E’ localizzato nell’area del Rosorè di Bregnano
(CO) nelle immediate vicinanze di un’area umida didattica e del laghetto di pesca sportiva.
Oggi, il ruolo di un Centro Visite come questo, dove si abbinano un’area umida a delle
ricostruzioni di habitat naturali, è anche quello di farsi intermediario tra scienza e grande
pubblico, utilizzando un contesto particolarmente ricco di opportunità, stimoli e suggestioni
che, supportato da una progettazione didattica, permetterà di attrarre, sensibilizzare, informare,
documentare, intrattenere. In poche parole educare divertendo.
L'area umida didattica di Bregnano rappresenta una delle esperienze più interessanti e significative nel
panorama urbano e si arricchisce sia dal punto di vista paesaggistico, sia dal punto di vista faunistico,
perchè al suo interno, oltre all'attività di osservazione e tutela del biotopo naturale, viene svolta
quotidianamente anche una preziosa opera di sensibilizzazione grazie alla recente realizzazione del Centro
di Interpretazione degli Ecosistemi Acquatici. Il Centro, dedicato in modo particolare alle attività
didattiche delle scuole, presenta la ricostruzione di diverse tipologie di aree umide con vasche popolate dai
pesci del nostro territorio, recuperati grazie al Servizio Ittico della Provincia di Como.

space

•>> Centro per la biodiversità

nel territorio del Comune di Lomazzo

Si tratta del luogo in cui il Consorzio Parco del Lura concretizza programmi di conservazione di habitat e specie. Pertanto ha principalmente la funzione di infopoint più che di Centro visite in senso stretto. E’ possibile osservare un’area di riproduzione di specie di valore conservazionistico, tra le quali anfibi come la Rana di Lataste e il Tritone crestato. Inoltre vi è un percorso didattico-botanico focalizzato sugli ambienti e le specie vegetali che permette di conoscere nel dettaglio alcune delle numerose piante del Parco.

space


space


space

space

space



space


space

2010 Parco del Lura. Tutti i diritti riservati